Integratori di proteine: a cosa servono e quali sono i migliori?

Integratori di proteine: cosa sono

Prima di spiegare cosa sono gli integratori di proteine, è giusto fare una piccola premessa su quali siano le funzioni e le caratteristiche delle proteine. Esse sono essenzialmente delle molecole molto grandi costituite da carbonio, idrogeno, ossigeno ed azoto. Il nostro organismo utilizza le proteine, sostanzialmente, per dare origine a strutture proteiche molto più complesse come i capelli, i muscoli e la pelle ad esempio.

Esse sono utili anche per la sintesi degli ormoni, del glucagone e dell’insulina. Anche se la funzione per la quale le proteine sono più famose è l’aumento della massa muscolare tanto che, volgarmente, sono definite come i mattoni fondamentali per la costruzione del muscolo.

Pare che la dose giornaliera di proteine da assumere, al fine di raggiungere lo scopo, è di circa 1,5/2 grammi massimi per ciascun chilo di peso corporeo. Pertanto se un individuo pesasse ottanta chili, dovrebbe assumere una quantità di proteine che va dalle 120 alle 180 grammi.

Al fine di sintetizzare le proteine sono necessari gli amminoacidi, ovvero delle particolari molecole organiche. Alcuni di questi ultimi sono prodotti direttamente dall’organismo e vengono dette non essenziale, altri invece sono detti essenziali e vengono ingeriti a tavola durante i pasti.

Gli integratori di proteine sono utilizzati da atleti cosiddetti di potenza quali ad esempio sollevatori di pesi, wrestlers e body builder. Si tratta semplicemente di supplementi extra all’usuale dieta, in grado di conferire a quest’ultima un alto contenuto di proteine.

Integratori di proteine: a cosa servono?

Gli integratori di proteine servono a perdere peso, aumentare la massa muscolare ed incentivare l’aumento della massa magra, oltre a colmare eventuali carenze proteiche laddove dovesse essere necessario. Ma, come già detto in precedenza, lo scopo principale per cui un individuo è portato ad assumere gli integratori di proteine è quello di aumentare la massa muscolare.

La scienza sostiene che una dieta costituita da una quantità eccessiva di proteine, possa rivelarsi dannosa per la salute: esse, infatti, provocano il cancro, che colpisce in particolar modo il colon. Questo effetto collaterale si attribuisce, più che altro, alle carni rosse e molto meno alle carni bianche ed al pesce. È possibile, quindi, affermare che l’utilizzo di integratori proteici apporta diversi benefici all’organismo, in quanto consente di sopperire all’assunzione di proteine di origine animale limitando l’utilizzo di queste ultime.

Meglio quindi una merenda costituita dalla frutta accompagnata dalle proteine del siero del latte, rispetto ad un panino farcito con carne conservata in quanto quest’ultima, spesso e volentieri, contiene sostanze nocive contenenti azoto ed ossigeno come i nitriti ed i nitrati.

Vantaggi e svantaggi degli integratori di proteine

prezzi integratori proteine

Gli integratori alimentari di proteine, dalla loro, vantano numerosi vantaggi: comportano un’alta digeribilità, oltre ad essere molto comodi per quanto riguarda la conservazione, l’assunzione e la preparazione. Esse, inoltre, consentono di contenere l’assunzione del colesterolo e dei grassi saturi.

Alcuni studiosi sostengono che assumere le proteine a circa due ore dalla fine di un allenamento ha numerosi effetti positivi, in termini di incremento dei valori dell’insulina e dell’ormone della crescita: in questo modo si va a sollecitare notevolmente la sintesi proteica dei muscoli.

Ma c’è di più pare, inoltre, che gli integratori di proteine del latte contribuiscano a tenere bassa la pressione. Si tratta di una cosa molto positiva in quanto è possibile prevenire l’ipertensione, oltre alle malattie cardiache.

D’altro canto un’eccessiva assunzione di proteine potrebbe arrecare diversi svantaggi all’organismo poiché, difatti, la quantità di proteine utilizzate per la costruzione del muscolo è relativamente bassa. Pertanto se gli integratori di proteine vengono ingeriti in una quantità eccessiva, si rischia che quelle in eccesso si vadano a depositare in veste di grasso localizzato.

Questo succede perché il nostro corpo non possiede un deposito di proteine, dal quale attingere in caso di necessità o deficit proteico.

Oltre a questo possiamo affermare che un utilizzo eccessivo di integratori di proteine, oppure di proteine in generale, va ad intaccare il buon funzionamento dei reni. Questo perché, come accennato prima, l’eccesso di proteine si trasforma in grasso di deposito con annesse eventuali scorie: queste ultime vanno ad affaticare, inutilmente, il rene.

Ad essere attaccato da un consumo esagerato di integratori di proteine, o proteine di origine animale, è il metabolismo che può presentare diversi problemi. Come se non bastasse un abuso di integratori di proteine può portare ad una carenza di calcio, a disidratazione soprattutto quando si fa sport in un ambiente caldo, a crampi addominali e diarrea.

Per questi e tanti altri motivi sarebbe consigliabile consultare sempre il medico, prima di assumere gli integratori di proteine, oltre ad aver cura di non ingerirli prima e/o durante l’attività aerobica, al di sotto dei quattordici anni e quando si è in stato interessante.

Integratori di proteine, quali sono i migliori

Esistono differenti integratori di proteine sul mercato e, per tale motivo, spesso si è indecisi su come scegliere. Oggi sappiamo che la proteina che comporta un equilibrio ottimale tra amminoacidi assorbiti ed amminoacidi ritenuti, possiede un valore biologico di 100.

Possiamo affermare con certezze che più questo valore biologico è alto, più alta sarà la qualità del prodotto offerto. Tutte queste buone caratteristiche risiedono nelle proteine dell’uovo, le quali presentano proprio un valore biologico pari a 100.

Queste ultime possiedono un buono spettro amminoacidico ma, a causa del prezzo elevato, spesso e volentieri sono sostituite dalle proteine del siero le quali sono molto meno dispendiose a parità di quantità. Se non si vuole spendere troppo denaro, è consigliabile acquistare un mix di proteine del siero del latte e di integratori di caseina.

I prezzi medi degli integratori di proteine

Gli integratori di proteine hanno prezzi differenti tra loro i quali dipendono, naturalmente, dalle caratteristiche della proteina. Si parte dalle semplici barrette proteiche, il cui costo si aggira intorno agli euro 2,50.

Per le proteine della soia e del latte e per le proteine vegetali mediamente si paga un prezzo pari ad euro 25,50 ed il cui grammaggio oscilla tra i 500 grammi ed il chilogrammo. Naturalmente sono presenti anche gli integratori di proteine che comportano un prezzo più elevato, come ad esempio, i prodotti che non contengono glutine e lattosio il cui prezzo medio si aggira intorno agli euro 40.

Vi sono gli integratori di proteine che contengono pochi grassi, il cui prezzo medio è pari ad euro 60, ed aumenta man mano che aumenta la quantità di prodotto offerto, sino a sfiorare anche gli euro 120.

Autore dell'articolo: Stefy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *