Recensione della pomata Psorilax contro la psoriasi

La psoriasi è una malattia della pelle non contagiosa né infettiva, ma purtroppo cronica e recidiva che si manifesta in circa il 4% della popolazione.
È una malattia che è stata studiata per molto tempo, e tutt’ora non ha una cura risolutiva.
Molto si è detto sulle cause scatenanti, dall’ereditarietà, alla psicosomatica, dai traumi alle infezioni, ma di fatto, ad oggi, non è possibile individuare univocamente il fattore scatenante della psoriasi.

Come si manifesta la psoriasi

Ci sono più forme di psoriasi, pustolose, non pustolose, tra cui la forma che è più ricorrente è la forma a placche. Questa forma, infatti, colpisce circa l’80% degli affetti da psoriasi.

Le placche si localizzano principalmente sulle giunture (gomiti e ginocchia), ma è possibile trovarle anche sulla schiena e sul cuoio capelluto. Le placche sembrano “tirare” causando grave prurito dando molto fastidio al paziente.

Disagio sociale
Si può affermare che soffrire di psoriasi comporta un certo disagio sociale. Spesso si tenta, infatti, di nascondere le placche sotto camicie a maniche lunghe, maglioni. Le donne tendono a indossare i pantaloni piuttosto che le gonne.

Anche se non è una malattia contagiosa, e spesso le persone la conoscono direttamente o indirettamente, è sempre una malattia che crea imbarazzo sociale. Le statistiche mostrano circa il 43% di coloro che soffrono di psoriasi soffrono anche di ansia e depressione, mentre il senso di vergogna è palesato da circa il 58% dei pazienti.

Trattamenti fino ad ora attuati
Nel corso degli anni si sono sperimentati varie forme di trattamenti. Oltre alla terapia locale da applicare direttamente sulle placche a base di creme molto idratanti e con principi lenitivi, si è raccomandato nel corso del tempo l’esposizione al sole e successivamente l’utilizzo di lampade UVB. Nei casi più gravi si è fatto ricorso ad una terapia a base di immunosoppressori e ormoni.

Psorilax: un nuovo trattamento della psoriasi

Nel panorama dei trattamenti della psoriasi arriva Psorilax, una pomata da applicare direttamente sulle placche e che garantisce la cessazione del prurito e la puntuale localizzazione della placca impedendo alla stessa di allargarsi.

Ha un ottimo effetto lenitivo e ammorbidendo la pelle ne favorisce la rigenerazione nelle parti lacerate.
I suoi ingredienti sono naturali e per questo è priva di controindicazioni, può essere utilizzato da tutti a differenza della terapia ormonale. Non ha effetti collaterali e il uso è sicuro. Il prodotto è stato testato ed è stato preparato seguendo gli standard internazionali.

Ha un buon profumo ed è di facile utilizzo. Basta un poco di prodotto da spalmare in modo delicato sulla placca ed è fatta. Il suo utilizzo in modo continuato mostra dei risultati già dai primi giorni di applicazione.

Composizione di Psorilax

Psorilax, come detto, è il prodotto della combinazione di ingredienti totalmente naturali. Ma vediamoli nello specifico.

Deidro-Avenantramide D: sostanze attive nell’avena. L’avena è una pianta utilizzata per la cura della pelle già dai tempi antichi. Studi mostrano che queste sostanze sono ideali per il trattamento del prurito e dell’irritazione della pelle.

Cera candelilla: questa tipologia di cera viene estratta dalle foglie della Euphorbia cerifera, una pianta che cresce in Messico. Ha una funzione principalmente emolliente, svolge anche una azione esfoliante sugli strati di pelle che formano le placche di psoriasi.

Olio di Shea: olio ricavato da una piccola noce dell’albero della Mangiflolia, conosciuto anche come burro di Karitè. Ha proprietà medicamentose, infatti è ottimo per la pelle squamata, le abrasioni o le ferite, la pelle secca o infiammata.

Tutte caratteristiche proprie della psoriasi. Ha una funzione lenitiva e di rinnovamento cellulare. Essendo ricco di vitamine A, E ed F ha effetti riequilibrativi sulla pelle.

Olio di Canola: è una variante dell’olio di colza. È utilizzato nella cosmesi in quanto è un prodotto ricco di fitosteroli e tocoferoli, perché aiuta l’elasticizzazione della pelle. Nutre la pelle e la rende morbida.

Pantenolo: è una riduzione dell’acido pantotenico. Ha proprietà idratanti, lenitive ed emollienti. Oltre a ciò è indispensabile per la rigenerazione delle cellule della pelle.

Psorilax un nuovo modo di trattare la psoriasi

Psorilax sicuramente ha un nuovo approccio nel trattamento della psoriasi. Alcuni potrebbero obiettare che si tratta della ‘solita’ pomata da applicare sulle lacche con il classico effetto placebo dato che non ha cortisonici al suo interno o ormoni.

Ma Psorilax ha qualcosa in più: un effetto sicuro con ingredienti totalmente sicuri e naturali!

Assumere cortisonici, o ormoni, ha inevitabilmente degli effetti collaterali sulla nostra salute. Psorilax NO!
Come sopra esposto è un prodotto totalmente naturale e sicuro. Ma questo non inficia il suo effetto, anzi lo incrementa. Sì perché la combinazione dei suoi ingredienti è il colpo vincente contro la psoriasi.

Già dai primi giorni gli aspetti emollienti e lenitivi dei suoi ingredienti faranno regredire l’irritazione e il fastidioso prurito che la psoriasi porta con sé.

Il pantenolo combinato con l’olio di shea rigenera le cellule morte che inevitabilmente compongono le placche di psoriasi sulla pelle.

Già dopo dieci giorni sono visibili degli apprezzabili risultati in termini di contenimento delle placche, scomparsa del prurito e dell’irritazione nonché rigenerazione cellulare.

La sua applicazione è semplice e dona immediatamente sollievo.
Sicuramente Psorilax è un modo nuovo e sicuro per trattare la psoriasi.

Conclusioni

Sicuramente Psorilax è un’arma vincente contro la psoriasi e i disagi da essa provocati. L’iniziale contenimento delle placche e il regredire delle stesse oltre a donare sollievo fisico, aiuterà anche sotto il profilo psicologico eliminando il disagio naturale che si prova ad essere guardati, inizialmente, con sospetto a causa delle placche.
Provate Psorilax, rimarrete soddisfatti!

Autore dell'articolo: Stefy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *