Cos’è la psoriasi? Come curarla?

La psoriasi è una patologia cronica, si potrebbe comparare con la dermatite, ma purtroppo chi ne è affetto non lo gradirebbe perché non è lo stesso procedimento di guarigione.

Per quanto riguarda la patologia dobbiamo studiare bene dove colpisce e come riconoscerla, ma anche molto importante sarà comprendere come fare per fermarla e rallentarne il proliferarsi.
Sono molti gli studi che sono stati fatti per le possibili cure, ma purtroppo nessuna di queste è risultata risolutiva.

Dove si manifesta la psoriasi

Non si diffonde in tutto il corpo, ma in zone specifiche, quelle che sono le prime a venir colpite sono sicuramente le ginocchia, i gomiti ed il cuoio capelluto.

Altri luoghi dove la psoriasi si insedia, con il suo arrossamento e le croste, sono il viso, palmi delle mani e pianta del piede, in pratica nelle zone dove di suo la pelle è già più delicata.

Non tutte le persone malate di questa patologia arrivano ad avere poi tutte le zone coperte, alcuni riescono a mantenere ferma la malattia e a mantenerla in piccole zone del corpo.

Come si manifesta la psoriasi e le patologie correlate

Questa patologia si manifesta con arrossamenti della pelle ma non solo, spesso le parti colpite si presentano anche molto secche che si sfaldano, dando alla persona malata un fastidioso prurito che va combattuto per evitare che questo peggiori la situazione della pelle.

Per quanto riguarda le malattie che vengono considerate correlate si deve per forza parlare dell’artite da psoriasi, questo può diventare un problema altamente invalidante. Il sistema immunitario impazzisce ed attacca le ossa dando al malato gli stessi problemi e gli stessi dolori dell’artrite.

Questo tipo di patologia spesso è difficile da diagnosticare e porta a chi ne soffre grossi problemi fino ad arrivare ad essere invalidante perché non permette di avere una vita serena senza dolori.

Prima della diagnosi i medici di solito la confondono con patologie minori come ad esempio una dermatite e partono con delle terapie che si possono poi dichiarare fallimentari e purtroppo spesso i pazienti soffrono molto prima di arrivare ad una soluzione definitiva.

Purtroppo la patologia correlata alla psoriasi è spesso lo stress, infatti il fastidio continuo della pelle ed i dolori che si manifestano insieme portano le persone ad una forte intolleranza alla malattia con il conseguente malessere psicofisico che sfocia in stress.

I sintomi della psoriasi

rimedi per la psoriasi

Abbiamo da poco accennato quanto sia difficile diagnosticare questo tipo di malattia e quindi possiamo anche specificare che non è semplice capire quali siano i sintomi iniziali senza confonderli.

L’arrossamento della cute nei punti dove si manifesta sempre la patologia può essere sicuramente un sintomo, anche se come abbiamo detto dall’inizio si può confondere con un problema minore quale una dermatite.

Anche i dolori nelle zone colpite ed un bruciore forte possono sembrare dei sintomi di molte altre patologie e quindi fino al completo manifestarsi della psoriasi non è certo che un medico possa capire subito di cosa si tratta.
Se pensate che possa essere mancanza di professionalità di un medico quella di non trovare subito la giusta diagnosi allora vi sbagliate, è purtroppo una malattia cronica e quindi che non è facile scovare.

Le patologie simili comunque hanno delle terapie che possono dopo poco tempo far comprendere che si tratta di psoriasi, proprio perché il medico comprenderà che nonostante le cure la malattia non da cenno di diminuzione.

Le cause della psoriasi

Sono molte le cause che possono scatenare la psoriasi. La patologia colpisce sia uomini che donne senza alcuna distinzione, la prima manifestazione avviene sempre prima dei 35 anni e va ad aumentare con il passare degli anni.

La psoriasi in parole semplici è il malfunzionamento del sistema immunitario che fa in modo che le cellule delle zone della pelle vengano sostituite troppo velocemente e la cute così ne soffre, si arrossa e diventa altamente irritabile dando parecchio fastidio al malato.

Una causa vera e propria ancora non è stata determinata, nonostante gli studi siano tanti ancora nessuno si è espresso dichiarando di aver compreso la miccia che fa esplodere la patologia.

Una delle teorie più accreditate dice che la causa sia un concatenarsi di problemi genetici ed ambientali.La teoria degli agenti derivanti dall’ambiente è accreditato secondo alcuni studi he hanno determinato dei dati a dir poco allarmanti, infatti si nota come sia altissimo il numero di persone affette da psoriasi nelle grandi città e di conseguenza come siano quasi inesistenti nei piccoli centri e nei paesi dove le auto e l’inquinamento non esistono.

La cura della psoriasi

Una patologia così ampia e particolare non si riduce ad una sola terapia, infatti per curare la psoriasi le persone non possono fare da sole, si devono appoggiare ad no specialista che studierà quanto si sia evoluta la psoriasi e come si sta sviluppando.

La malattia ha differenti fasi e livelli e purtroppo anche se una terapia sembra risolutiva la situazione potrebbe anche degenerare, tutto sta al funzionamento del sistema immunitario.
Iniziamo parlando delle pomate per uso topico, queste sono un aiuto per tutti i malati senza esclusione per poter almeno avere del sollievo.

Ma non si tratta di una soluzione definitiva, le creme che sono in commercio sono solamente un palliativo per non sentire il fastidio della secchezza delle zone colpite e anche di avere meno sfaldamento della pelle.

Passiamo poi ad accennare alle terapie farmaceutiche, che altro non sono che la somministrazione di cortisonici e retinoidi, questi sono in grado di rallentare il progredire della malattia e a volte riescono a rallentare anche la produzione eccessiva di cellule della cute con il conseguente rallentamento della malattia e la conseguente riduzione delle macchie rosse della pelle.

La fototerapia invece fa parte delle terapie alternative, che si occupano di far regredire i segni della psoriasi grazie all’utilizzo di fasci di luce con raggi Uv controllati.

I farmaci sistemici invece sono delle terapie nuove che agiscono direttamente su tutto il sistema immunitario. Purtroppo non essendo ancora chiara la causa possiamo dire sicuramente che la perapia risolutiva purtroppo non esiste sono solamente tutti dei palliativi che sono nati per aiutare i malati a non sentirsi eccessivamente invalidati.

Autore dell'articolo: Stefy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *