Pancia gonfia: tutte le possibili cause

Quella della pancia gonfia è una situazione che può risultare molto fastidiosa. È un disturbo che affligge moltissime persone, provocando disturbi poco piacevoli e causando anche dolore e fastidio.

Pancia gonfia: il gonfiore

Il motivo principale per il gonfiore di pancia, è attribuibile ai gas che vengono prodotti durante la digestione. Non riuscendo ad avanzare verso gli intestini senza difficoltà, si accumulano e rallentano la normale attività digestiva. Rallentando, creano a loro volta altri gas, facendo accumulare tutte le sostanze di scarto direttamente nelle pareti intestinali. Il gonfiore di pancia è un fenomeno da non sottovalutare.

Le cause della pancia gonfia

Una delle cause principali della pancia gonfia è sicuramente uno stile di vita sedentario. È risaputo che, una ridotta attività fisica, porti alla formazione di gas all’interno dell’intestino in quantità importanti.
Un’altra causa del gonfiore, potrebbe essere un sistema digestivo eccessivamente lento. Un apparato digestivo troppo lento, rischia di tralasciare un’ingente parte di cibo, non ancora digerito, all’interno dell’apparato intestinale, lasciandolo in balia dei batteri intestinali.

Il risultato è un accumulo di gas intestinali. Una situazione simile non è mai da sottovalutare. Molto spesso, una cattiva digestione, potrebbe nascondere qualcosa di ben più importante come, per esempio, delle intolleranze: tra le più diffuse quella al glutine e quella al lattosio.

La pancia gonfia è un disturbo ricorrente nelle persone che hanno problemi a livello di intestino tenue. È infatti comune nelle persone che hanno subito operazioni chirurgiche a questo apparato.
Altro motivo dietro ad una pancia gonfia, potrebbe essere la stitichezza grave, costante nel tempo. Le ostruzioni funzionali, ovvero l’incapacità dei muscoli dell’intestino e dello stomaco di assistere gli organi durante la digestione, sono un altro motivo che potrebbe portare alla pancia gonfia.
È importante non sottovalutare il gonfiore di pancia, consultando prontamente un medico che diagnosticherà esattamente le cause del fastidioso problema.

LEGGI QUI PER SCOPRIRE TUTTI I RIMEDI PER IL GONFIORE DI PANCIA E GAMBE

Combattere la pancia gonfia

cause pancia gonfiaPer riuscire a sconfiggere questo disturbo, sono necessari alcuni accorgimenti. Combattere la pancia gonfia risulta relativamente semplice. In primo luogo, bisognerebbe abbandonare le cattive abitudini.

Tra le cattive abitudini più diffuse c’è l’alimentazione scorretta. Un’alimentazione scorretta causa in primo luogo un semplice gonfiore di pancia ma, a lungo andare, potrebbe sfociare in spiacevoli complicazioni.

Per esempio, consumare eccessivamente cibi ricchi di grassi, favorisce l’accumulo di gas. Anche masticare troppe gomme da masticare è una cattiva abitudine che favorisce il gonfiore di pancia.

Infatti, deglutendo continuamente aria durante la masticazione, viene favorito l’accumulo di gas intestinali con conseguente gonfiore di pancia.
Altra cattiva abitudine è l’eccessivo consumo di dolci. Molte persone faticano a digerire lo zucchero, rimanendo attaccato alle pareti intestinali, e non venendo digerito, causa spesso gonfiore di pancia.
L’eccessivo utilizzo di sale nell’alimentazione, accompagnato alla scarsa idratazione, provoca ritenzione idrica e quindi gonfiore addominale.

Non sempre le verdure aiutano in questi casi. Molte verdure contengono una sostanza chiamata ‘cellulosa’. La cellulosa è una sostanza indigesta per l’uomo che quindi favorisce la formazione di accumuli di gas intestinali. Tuttavia, c’è da dire, quella causata dalla verdura, è una condizione di gonfiore non grave e, soprattutto passeggera. Bisogna correre ai ripari solo ed esclusivamente quando la condizione diventa cronica.

Eliminare gli alimenti che causano gonfiore

Talvolta, eliminare gli alimenti mal tollerati, non basta. Gli alimenti poco tollerati rovinano la flora intestinale quindi, un’eliminazione di questi, potrebbe portare ad un sollievo solo temporaneo. È necessario re-integrare la flora intestinale danneggiata per riportare il giusto equilibrio al proprio organismo. Un intestino danneggiato, compromette anche le funzioni di altri organi, impiegati nel processo digestivo. Tra tutti gli organi, i reni e il fegato, si sovraccaricano a causa delle tossine presenti in circolo.
È necessario far recuperare al proprio intestino, la capacità di barriera selettiva che previene l’accumulo di batteri. Per portare a termine al meglio questa cura, è fondamentale migliorare le funzioni degli organi adibiti al drenaggio.

Rimedi pratici per curare il gonfiore

Un buon rimedio per curare il gonfiore potrebbe essere un’alimentazione ricca di fibre e povera di alimenti grassi. È fondamentale, inoltre, masticare a fondo il cibo. Si consiglia, ovviamente, un esercizio fisico regolare; aiuta a curare il gonfiore di pancia ed è fondamentale per il benessere psicofisico.
Bere molta acqua aiuta a curare il gonfiore addominale, soprattutto laddove si utilizzi molto sale.
Un rimedio estremamente consigliato è l’estratto di semi di pompelmo. Infatti, questo estratto, pulisce l’intestino aggredendo i batteri fissati sulle pareti intestinali ma non intacca la flora batterica fisiologica.
Anche i fermenti lattici sono un importante alleato contro il gonfiore addominale: essi formano la prima linea difensiva della barriera intestinale.

Autore dell'articolo: Stefy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *