Ormoni per la crescita del seno: quali sono?

La crescita del seno

Dalla nascita fino alla pubertà il seno di una donna è esteticamente uguale in tutto e per tutto a quello di un uomo. È con la pubertà che subentrano i cambiamenti: nell’uomo i capezzoli restano come prima e l’unico cambiamento visibile è l’insorgere di una peluria più o meno folta, nelle donne invece si formano le mammelle. Ma come avviene questa differenziazione?

Il motivo va ricercato nell’azione di ormoni differenti che sono per le femmine gli estrogeni e per i maschi il testosterone. I primi, in particolare l’estradiolo che è l’ormone principale, aumentano notevolmente di livello comportando un ingrossamento della ghiandola mammaria che parte dal capezzolo per poi interessare tutto il seno. Il testosterone, invece, provoca un’atrofia delle strutture ghiandolari alla base del capezzolo.

Perché esistono seni di grandezza tanto differente?

Come mai alcune donne hanno il seno grande e altre donne invece hanno il seno piccolo? I fattori che intervengono nella crescita del seno sono molteplici, tra questi sicuramente la predisposizione genetica occupa un’abbondante fetta.

Infatti, una mamma con un seno abbondante, molto probabilmente avrà una figlia che nella pubertà svilupperà un seno grande. Ma anche la postura che si assume quotidianamente può influenzare e non poco la crescita del seno.

Stare sempre con la schiena incurvata, in una posizione chiusa verso il mondo, rende difficoltosa lo sviluppo del tessuto mammario. Ovviamente, i livelli di estradiolo non sono uguali per tutte le donne, ma quando sono più bassi portano ad uno sviluppo minore del seno.

Perché tutti vogliono il seno grande?

integratori crescita seno

Il seno grande è da sempre legato, nell’immaginario collettivo sia degli uomini che delle donne, all’abbondanza, alla fertilità e alla bellezza. Ad esso, però, va associata anche la dovuta tonicità e una pelle liscia. È questo il tipo di seno che ogni donna vorrebbe avere e che ogni uomo desiderebbe per la propria compagna. Purtroppo la natura non è così generosa con tutte le donne.

Ma quelle più sfortunate possono rimediare con dei preparati che ne favoriscono la crescita. Insomma, non è necessario rinunciare ad avere un bel seno, abbastanza grande e soprattutto sodo. E per realizzare questo sogno non è detto che bisogna ricorrere alla chirurgia plastica.

Non dimentichiamoci che il seno piccolo può portare nelle donne anche problemi di natura psicologica, come scarsa sicurezza in se stesse, senso di inferiorità nei confronti delle donne formose e difficoltà di rapportarsi con l’altro sesso, o con il proprio nel caso di donne omosessuali. Vediamo quindi come far crescere il seno in poco tempo.

Il ruolo degli ormoni

Come abbiamo già detto, gli ormoni sessuali femminili sono strettamente legati alla crescita del seno. Questo è evidente soprattutto durante la pubertà, quando si ha la maturazione sessuale e una crescita quasi improvvisa e percepibile a tutti del seno. Ma ci sono anche altri momenti della vita di una donna durante i quali le mammelle cambiano di dimensione: ciclo mestruale, gravidanza, allattamento e menopausa.

A ben vedere, in questi momenti i livelli di estrogeni tendono ad aumentare con conseguente aumento e tensione del seno, durante la menopausa invece i livelli diminuiscono e infatti anche il seno si presenta più piccolo e meno tonico.

Ormoni naturali per la crescita del seno

Quando i livelli di estrogeni sono bassi il seno si presenta piccolo e come svuotato, il che lo rende sicuramente poco piacevole alla vista. Per risolvere questo problema si può semplicemente utilizzare degli estrogeni naturali. Si tratta, più precisamente, di fitoestrogeni, perché sono ormoni contenuti appunto nelle piante.

Da una serie di studi mirati è stato dimostrato che i fitoestrogeni possono svolgere un ruolo fondamentale per l’aumento del seno nelle donne. In particolare gli isoflavoni, legandosi ai ricettori degli estrogeni, ne simulandone l’azione.

Tra gli alimenti ricchi di queste molecole non steroidee ci sono i legumi, ma per ottenere risultati vanno mangiati con regolarità e frequenza, il trifoglio rosso, che è anche un potente antitumorale, i cereali integrali e il luppolo, infatti si sente spesso dire che la birra fa crescere il seno.

Latte di soia e aumento del seno

Un discorso a parte va fatto per la soia e il suo presunto potere di aumentare il seno. Il motivo per cui si sente parlare di questa qualità del latte di soia sta nel fatto che la quantità di fitoestrogeni in esso contenuto è decisamente elevata.

Per tanto, un’alimentazione a base di prodotti derivati dalla soia può comportare una crescita notevole del tessuto mammario che vi porterà in relativamente poco tempo a sfoggiare un seno più grande almeno di una taglia. Anche mangiando tantissimo si può aumentare velocemente il seno, ma in quel caso è tutto il corpo ad ingrassare e, inoltre, aumentando il tessuto adiposo nel seno quensto tenderà a gravitare verso il basso.

Con la soia, invece, questo pericolo è scampato perché è un alimento più leggero e perché dà un senso di sazietà che impedisce di mangiare a dismisura.

Ormoni per la crescita del seno

Oltre che con la dieta, i fitoestrogeni possono essere assunti anche attraverso appositi integratori in vendita in farmacia, erboristeria, oppure online. L’aumento di seno con questi integratori può essere considerato simile a quello che si ha durante il pre-mestruo. Quali ormoni per la crescita del seno si possono comprare il farmacia?

  • Wonder breast integratore ultimate: se ne vengono assunti 60 milligrammi al giorno, l’aspetto del seno ne giova notevolmente, diventando più gonfio e tonico. E’ a base di estratti naturali e vegetali di Tribulus (tonificante), Galega (equilibrante per l’organismo), Finocchio (drenante), Discorea e Soia (allevianti per i disturbi mestruali). L’elevata quantità di fitoestrogeni contenuta nell’integratore comporta una compattezza della mammella che quindi si presenterà alta e soda.
  • Brest up integratore Vital Factors è a base di polline e di 16 estratti vegetali. Questo integratore è consigliato quando si ha un seno piccolo, perché favorisce l’aumento di turgore, e cadente, in quanto contrasta il rilassamento dei tessuti. Inoltre previene la formazione di smagliature e protegge e mantiene giovane la pelle del seno. Può essere utilizzato anche durante l’allattamento e la gravidanza.

In erboristeria, invece, è possibile trovare il trifoglio rosso in pillole, per chi non ama molto le tisane, oppure il fieno greco, anche esso in compresse da prendere tutti i giorni.

Conclusioni

Ci sentiamo di raccomandarti che per avere un bel seno, delle dimensioni che preferisci e soprattutto tonico ed elastico, è bene non limitarsi all’assunzione di integratori a base di ormoni per la crescita del seno. La cosa migliore da fare è quella di associarli con la giusta dieta e una specifica attività fisica per lo sviluppo dei pettorali (sia a corpo libero che, progressivamente, utilizzando pesi), in modo da mantenerti snella e far risaltare maggioremente il tuo nuovo seno.

Autore dell'articolo: Stefy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *