Cosa sono le vene varicose? Quali i rimedi?

Cosa sono le vene varicose

Per chi non lo sapesse, dato che sono davvero una patologia molto diffusa, le vene varicose sono sono appunto delle vene dilatate che si presentano gonfie. Possono essere sia color carne che invece di un blu intenso, quasi tendente al viola.

La zona più comune dove si trovano è nelle gambe, anche se particolari patologie possono presentarsi in tutto il corpo. Pochi lo sanno ma anche le emorroidi vengono catalogate come vene varicose perché alla fine sono la stessa identica cosa.

Dicevamo all’inizio che sono davvero molto comuni, infatti nel nostro paese colpiscono in media una donna su tre e un uomo su quattro dopo i cinquant’anni d’età, alcuni in forme leggere e facilmente gestibili fino a casi dove sono necessari interventi chirurgici.

Le cause delle vene varicose

 

Sono molteplici le cause delle vene varicose, la maggior parte delle cose che andremo ad indicare sono in pratica delle cattive abitudini che negli anni si ripetono e ci portano ad arrivare nella terza età con questo fastidioso fardello.

La forza di gravità per sua natura fa si che sia più faticoso dalle gambe risalire per il sangue e dunque il lavoro delle vene molto importante per la spinta.

Se non funzionano bene le valvole di spinta è davvero facilissimo che vi sia la comparsa di questo problema.

Approfondiamo meglio spiegando che le vene per far sì che il sangue vada solo in una direzione sono in possesso di una serie di valvole che spingono il sangue, se queste non funzionano bene il rischio è che del liquido si depositi in alcune zone come appunto le gambe e che provochino dei rigonfiamenti, appunto le cosiddette vene varicose.

Prima causa sicuramente è quella della cattiva idratazione, bevendo poco il sangue non scorre come si deve e basta un piccolissimo malfunzionamento delle valvole delle vene per trovarsi ad avere problemi, sicuramente con l’andare del tempo il problema si aggrava, un consiglio di prevenzione è proprio quello di idratare sempre molto bene il proprio corpo bevendo almeno un litro di acqua al giorno in ogni stagione.

Altra causa sono sbalzi e problemi ormonali, è proprio per questo che la patologia è molto più diffusa tra le donne, come ad esempio la gravidanza, sono tante le donne che dopo aver dato alla luce i propri figli si ritrova a combattere con le vene varicose, calcolando che il problema negli anni purtroppo peggiora.

Altro grosso problema è quello dell’obesità, come abbiamo accennato prima la forza di gravità non aiuta di suo il flusso del sangue, se poi uniamo la presenza di grasso che occlude i vasi sanguigni e il peso maggiorato da sopportare per le gambe, beh le vene varicose sono alla porta pronte a colpire.
Il grasso si deposita proprio vicino alle vene e le ostruisce, quindi il problema diventa davvero difficile da risolvere.

L’eccessiva esposizione al sole porta al surriscaldarsi e al relativo invecchiamento precoce delle valvole, quindi oltre a far invecchiare la pelle vanno a rovinare anche le parti più interne, ed è per questo che si consiglia di prendere il sole con parsimonia, poco fa bene ma troppo potrebbe rovinare seriamente la salute.

La familiarità è una causa molto importante, purtroppo è risaputo che le persone che hanno dei familiari con questa patologia sono maggiormente a rischio di ammalarsi e devono fare molta attenzione in tema di prevenzione.

L’uso di medicinali a volte con il tempo può provocare problemi di circolazione e di conseguenza le vene varicose, si consiglia sempre infatti di aumentare l’idratazione e di prendere solo medicine necessarie perché hanno tutte dei possibili effetti collaterali.

Naturalmente in ultimo ma non per importanza si parla dell’avanzare dell’età, abbiamo detto che la comparsa delle vene varicose arriva dopo i cinquant’anni e quindi possiamo dedurre che con il tempo le valvole si indeboliscono e lavorano peggio, ecco perché l’abbiamo inserito nelle possibili cause, anche se sappiamo che purtroppo non esiste rimedio a questo problema, l’età avanza inesorabile per tutti volendo o no.

I sintomi delle vene varicose

rimedi vene varicose

Prima della vera e propria comparsa delle vene varicose si hanno dei piccoli campanelli d’allarme che non vanno assolutamente sottovalutati, per far in modo che grazie al sostegno di uno specialista la patologia sia rallentata o addirittura bloccata.

Il primo sintomo che deve farci pensare fi fare dei controlli è il gonfiore e la pesantezza, quella sensazione che le gambe siano pesanti deve portarci a riflettere che esiste un possibile problema. Un campanello d’allarme che si manifesta spesso ed è inequivocabile, è un arrossamento intorno alle vene delle gambe.

Questo arrossamento spesso è accompagnato da un leggero rigonfiamento, se si notano questi cambiamenti ci si deve rivolgere ad uno specialista il prima possibile perché trascurando questi sintomi la situazione può facilmente degenerare.

Le possibili cure per le vene varicose

Questa è una delle patologie più particolari, non tutti i casi sono uguali e di conseguenza anche le cure non sono standard, per ogni tipologia esiste una terapia.

Se il problema non è da risolvere chirurgicamente esiste la scleroterapia, ovvero un siero che inietta direttamente nella vena il medico che ha il compito di allargare il passaggio per il sangue.
Per questa cura non ci sono operazioni e non è necessaria anestesia, e dunque la terapia meno invasiva ed i risultati sono ottimi, le persone infatti che si sottopongono alla scleroterapia hanno un miglioramento del cinquanta per cento in media.

La tecnologia ha fatto nascere da qualche anno un’altro tipo di trattamento che non prevede intervento chirurgico e che aiuta ad ottenere risultati a dir poco stupefacenti, si tratta del trattamento con il laser.

La luce del laser essendo molto precisa va a colpire la vena e basta, questa si riduce fino a sparire e quindi non si deve più operare per toglierla. Attenzione però, se la zona da trattare è vasta non sarà possibile risolvere il problema con poche sedute, quindi la terapia andrà ripetuta più volte.

Quando il problema è grave e non si può risolvere con altre terapie si deve per forza passare alla chirurgia, la vena viene chiusa e sfilata dalla gamba. Si pensa che con questo intervento diminuisca la circolazione del sangue, ma assolutamente non è così perché il trasporto vero e proprio del flusso sanguigno avviene nelle zone più interne del corpo.

Esiste anche un prodotto specifico per la cura delle vene varicose, puoi leggere l’articolo relativo cliccando QUI.

I rimedi naturali per le vene varicose

Se si riescono a capire in tempo i sintomi si può provare anche una terapia naturale, ad esempio il mirtillo rosso è ottimo per aiutare a migliorare la circolazione sanguigna, e quindi una bella cura con l’estratto di questo frutto sicuramente può aiutare nella prevenzione.

Esistono anche dei massaggi linfodrenanti che si possono fare per aiutare la circolazione nelle gambe, non sono risolutivi ma anche questi se iniziati in tempo possono rallentare di molto il proliferarsi della patologia.

Autore dell'articolo: Stefy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *