Alga spirulina proprietà, usi e controindicazioni

In termini scientifici viene riconosciuta anche come Arthrospira platensis. L’alga spirulina è una pianta che si trova all’interno di acque con proprietà alcaline e con una temperatura molto alta.

Questa pianta è conosciuta sin dall’antichità e dai popoli che si sono insediati nei pressi di questi bacini idrici per le sue proprietà alimentari molto complesse: infatti l’alga spirulina è uno degli integratori naturali più efficaci che attualmente sono conosciuti.

Molti popoli fanno essiccare la pianta e la polverizzano, utilizzandola negli impasti dedicati a pane e focacce. Un modo per poterla assumere e integrarla ai vari macronutrienti.

Quali sono le proprietà dell’alga spirulina?

Molte alghe hanno delle proprietà benefiche che possono fare davvero bene al nostro organismo. Tra queste troviamo anche l’alga spirulina, che permette di avere a disposizione un elemento fondamentale come le biliproteine.

Queste proteine vegetali vengono prima assimilate dalla pianta stessa e dunque l’assunzione diventa meno complessa rispetto ad altri alimenti che hanno caratteristiche simili. All’interno di questa pianta troviamo anche tantissime altre vitamine che hanno un effetto benefico sul nostro corpo.

Prendiamo ad esempio la vitamina K e la vitamine E. Inoltre l’alga ha anche le vitamine dei gruppi A e B, fondamentali per molti processi del nostro organismo. Presenti anche moltissimi acidi grassi essenziali e minerali come il ferro.

Come abbiamo visto le proprietà benefiche di questa pianta sono davvero moltissime, anche perché la concentrazione di questi micronutrienti permette di avere un integratore naturale davvero efficace.

Solitamente si trova in polvere o in capsule e può apportare benefici sostanziali al nostro organismo.

Un modo per poter andare ad integrare tutte quelle vitamine che solitamente vanno comunque inserite nel piano alimentare tramite altri integratori sintetici.

Quali sono i benefici dell’alga spirulina?

Tutti gli elementi sopraelencati hanno una funzione molto importante per il nostro organismo.
L’azione principale avviene proprio sul nostro sistema nervoso: le vitamine aiutano appunto alla funzione e alla regolazione dei neurotrasmettitori.

I benefici del corpo dopo l’assunzione dell’alga riguardano anche il sistema immunitario: tra le tante funzioni troviamo anche quella di antiossidante, che permette di avere un beneficio non indifferente anche per il cuore e la circolazione.

Una delle funzioni principali è sicuramente quella di riequilibrare il sistema acido-base presente nel nostro corpo e nei nostri tessuti.

Infatti le condizioni atmosferiche e il microclima in cui l’alga cresce permette di avere un cibo alcalino in grado di intervenire in maniera sostanziale su questa funzione.

Riduce anche il senso di fame, dunque l’integratore naturale può essere inserito in una dieta per poter avere un’alimentazione equilibrata.

Può essere anche utilissima per combattere la celiachia: questo tipo di patologia sta aumentando in maniera esponenziale e dunque il processo di digestione del glutine può essere regolato in maniera sostanziale dall’utilizzo costante dell’alga.

Anche in questo caso, prima di poter effettuare una dieta a base di alga spirulina bisogna comunque affidarsi ad esperti del settore che sapranno consigliarci come inserire questa sostanza all’interno di un piano alimentare.

Quando viene consigliata l’alga spirulina?

Ci sono dei tempi e dei modi per poter assumere l’alga spirulina senza avere delle conseguenze sul proprio organismo.

La dose consigliata è quella di dieci grammi al giorno, che basta a coprire il fabbisogno energetico di un individuo.

Lo stesso Ministero della Salute ha riconosciuto le proprietà benefiche di questa pianta e la definisce utile all’azione di sostegno e nutriente per l’organismo. Quindi è molto utile se viene utilizzata all’interno di una dieta ben definita e strutturata da persone qualificate.

L’assunzione, infatti, non deve essere assolutamente effettuata senza parere medico, ma soltanto dopo aver consultato il proprio nutrizionista.

L’alto contenuto di proteine e di vitamine rischia di intervenire in maniera sostanziale sull’assunzione completa di macronutrienti.

Nonostante questo, non può in nessun modo sostituire un pasto e il totale delle proteine deve essere assunto tramite l’assunzione di un alimento.

Questo è molto importante soprattutto se stiamo assumendo degli alimenti in base ad un piano ben studiato e che vada a coprire le esigenze in maniera capillare.

Gli effetti collaterali dell’alga spirulina

Ci sono però degli effetti collaterali che bisogna tenere in considerazione quando si assume l’alga spirulina. In caso di soggetti che hanno nausea e senso di pienezza gastrica, (comportamenti simili possono essere comuni per chi fa fatica a digerire) l’alga spirulina può accentuare queste fastidiose sensazioni.

Inoltre l’alga è un cianobatterio e può produrre delle tossine che possono essere dannose per l’organismo. Tra tutti si possono creare delle microcistine, che possono portare a disturbi gastrointestinali: a lungo termine e in alcuni casi, questo potrebbe portare alla formazione di un cancro al fegato.

Un’ipotesi ovviamente molto remota, visto che non tutti i lotti di produzione hanno rilevato la formazione di queste microcistine, ma in molti casi la formazione è avvenuta per contaminazione.

L’importante è non assumere una dose maggiore di 10 grammi al giorno, che potrebbe portare comunque dei problemi non indifferenti dal punto di vista nutrizionale.

Le curiosità sull’alga spirulina

Ci sono molte curiosità da conoscere sull’alga spirulina. La prima riguarda l’ambito alimentare, poiché la spirulina viene spesso usata per impasti della pasta o della pizza.

Date le sue proprietà altamente proteiche e il suo sapore leggermente salato, la spirulina serve per preparare ad esempio la pizza. L’alga viene tritata e usata come una comune farina, molto apprezzata anche da chi segue uno stile di alimentazione vegetariano o vegano.

La spirulina, infatti, è un elemento naturale, e i processi di ottenimento della farina sono davvero semplici, al fronte della lavorazione complessa che serve per ottenere la farina bianca ma che depaupera completamente il prodotto delle sue proprietà nutritive.

Quando si mangia la spirulina, però, bisogna fare attenzione. Il colore verde molto intenso che caratterizza l’alga, infatti, tende a tingere le cose con cui viene in contatto: per questo la pizza o la pasta a base di spirulina sono verdognole.

A rischio anche i denti, che si tingono di verde come quando si mangia la liquirizia e si colorano di nero.

Ultima curiosità della spirulina dal punto di vista nutritivo: essa è fondamentale se assunta in preparazione dell’estate, poiché contiene decine di volte la percentuale di betacarotene che è contenuta in una carota, predisponendo quindi la pelle al sole.

La spirulina è fonte di ferro molto più dei tradizionali spinaci e potrebbe diventare il cibo del futuro per combattere i problemi di bassa ferritina o di poco afflusso di globuli rossi nel sangue.

Autore dell'articolo: Stefy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *